Pepite d’Amore

Ho scavato nelle miniere della vita

e nei fiumi che scorrono da tutti i cuori

e sopra i picchi delle montagne sognanti,

cercando qualche vera pepita d’amore,

solo per regalarle a chiunque.

Dentro ed oltre i nascosti paesaggi,

o cercando nei passi segreti,

attraverso le nebbiose montagne dei rimpianti,

vagando nelle vuote, affollate strade

e in ogni scenario dell’immaginazione.

Le ho cercato nel sole splendente,

o sotto la pioggia incessante,

in tutti i ventosi e morti giorni d’inverno,

le ho cercate quando la tempesta colpiva

o attraversando i deserti degli affetti,

le ho cercate a lungo, intorno e invano,

fin quando ho capito che nessuna pepita d’amore

era realmente dove io l’avevo cercata,

perché esse erano davvero tutte nel mio cuore.

E ora so, che tutte le pepite d’amore

che ho dato via, tutte, una ad una,

anche se nessuna era mai rimasta per me,

continuano sempre a splendere nel mio cuore,

mentre se le avessi tenute solo per me

peserebbero molto sulla mia anima

così come le pepite d’oro pesano sulle spalle,

perché tutte le pepite d’amore

non sono fatte per essere conservate,

e la loro luce non pesa affatto.

ennio forina  Gennaio 2018

Advertisements

L’Isola di Sogno

C’è un’isola sognante, 

nata da una collisione d’anime

tra la Luna e il Mare,

sopra le  calme acque

e sopra le tempeste,

sospesa nel tempo

che le scorre intorno

ma senza trascinarla via.

Solo la Luna,

dimora dei sogni

più segreti e veri,

conosce il suo destino.

Lei, che roteando in cielo

tutto osserva e scruta,

dall’oceano dell’anima 

attrae anche i miei pensieri

nei raggi lunari li riscrive,

e sull’Isola splendente li riflette:

“Se ti terrò stretta a me,

l’Isola si stringerà a noi.

Se ti abbraccerò,

l’isola ci accoglierà.

Se sarai nei miei pensieri

l’Isola ci nutrirà.

Se vorrò raggiungerti

l’Isola aspetterà per noi.

Quando avrai paura

l’Isola sarà il riparo

e se ti perderai

l’Isola sarà il tuo faro.

Se ti amerò,

come ti voglio amare

l’Isola sarà sempre vera

sospesa fra la Luna e il Mare.

Ma solo il vero amore è la certezza

anche senza un’Isola che incantata sogna

sospesa fra la Luna e il Mare. 


Ennio Forina  – July 2018

Sì, Amo la Luna

Perché amo la Luna?
Arcana, sacra vestale vagante, 
scrigno e custode dei sogni 
e di intangibili gioie nascoste. 
Improvvisamente appare, 
come una star raggiante, 
imperiosa sul palco scuro 
di velluto blu della notte 
e prende tutta la scena per se, 
facendo svanire delle altre stelle la luce, 
sempre puntuale ad esibirsi vestita d’argento 
nel suo show sfrontato, canta, 
sorride, ammalia, attrae a sé i fluidi terrestri 
come quelli del mare, 
ad un tratto scompare 
dietro una cortina di nubi e aspetta celata, 
l’applauso che la richiama in scena, 
poi scostandole con un gesto riappare decisa, 
soltanto quando lei vuole. 
A volte si veste di nubi sottili, 
sensuale, come avvolta in una vaporosa, 
trasparente veste fluttuante, 
spiritosa e leggiadra, seducente, 
levitando in un vuoto pieno di tutti i colori 
e luminoso di tutte le luci. 
“Eccomi” dice, per essere amata 
e di solo desiderio, accarezzata, 
baciata, ma non fermata. 
Sì, vorrei che la Luna mi amasse 
davvero ma forse lo fa a modo suo 
anche quando rotolando via impietosa 
si prepara ad uscire di scena. 
E ora capisco, ecco perché amo la Luna 
e so che la Luna ama me… 
perché anche se so che la Luna non può amarmi, 
lo stesso vuole che io ami lei 
e così è come se mi amasse del mio amore riflesso, 
come riflessa è la luce del sole 
che la rende così viva e felice…. 
Ed è per questo che torna sempre a me, 
per ricordami di continuare a sognare, 
poiché senza il sogno si spegne il desiderio dell’essere. 
In fondo tale è l’amore, 
il sogno di un’armonia incompiuta, sfuggente 
e come te o Luna, irraggiungibile, 
ma al tempo stesso vera e viva, sempre presente, 
pervadendo la realtà di chi sa come amarti, 
rassicurante, ispirante, ricordandomi che sognare 
è salire i gradini del cielo e senza il sognare 
non c’è null’altro che vale. 
Mi dici Luna, che i sogni sono le scintille 
che accendono il fuoco sacro dell’anima 
e la rendono ricca di sensazioni, 
sono il passaggio segreto che porta ad uno spazio 
più distante e diverso, dove nessuna strada 
o mezzo può arrivare. 
Poiché sognare è lo stesso che amare. 

ennio forina May, 2018