L’Isola di Sogno

C’è un’isola sognante, 

nata da una collisione d’anime

tra la Luna e il Mare,

sopra le  calme acque

e sopra le tempeste,

sospesa nel tempo

che le scorre intorno

ma senza trascinarla via.

Solo la Luna,

dimora dei sogni

più segreti e veri,

conosce il suo destino.

Lei, che roteando in cielo

tutto osserva e scruta,

dall’oceano dell’anima 

attrae anche i miei pensieri

nei raggi lunari li riscrive,

e sull’Isola splendente li riflette:

“Se ti terrò stretta a me,

l’Isola si stringerà a noi.

Se ti abbraccerò,

l’isola ci accoglierà.

Se sarai nei miei pensieri

l’Isola ci nutrirà.

Se vorrò raggiungerti

l’Isola aspetterà per noi.

Quando avrai paura

l’Isola sarà il riparo

e se ti perderai

l’Isola sarà il tuo faro.

Se ti amerò,

come ti voglio amare

l’Isola sarà sempre vera

sospesa fra la Luna e il Mare.

Ma solo il vero amore è la certezza

anche senza un’Isola che incantata sogna

sospesa fra la Luna e il Mare. 


Ennio Forina  – July 2018

Advertisements

Sì, Amo la Luna

Perché amo la Luna?
Arcana, sacra vestale vagante, 
scrigno e custode dei sogni 
e di intangibili gioie nascoste. 
Improvvisamente appare, 
come una star raggiante, 
imperiosa sul palco scuro 
di velluto blu della notte 
e prende tutta la scena per se, 
facendo svanire delle altre stelle la luce, 
sempre puntuale ad esibirsi vestita d’argento 
nel suo show sfrontato, canta, 
sorride, ammalia, attrae a sé i fluidi terrestri 
come quelli del mare, 
ad un tratto scompare 
dietro una cortina di nubi e aspetta celata, 
l’applauso che la richiama in scena, 
poi scostandole con un gesto riappare decisa, 
soltanto quando lei vuole. 
A volte si veste di nubi sottili, 
sensuale, come avvolta in una vaporosa, 
trasparente veste fluttuante, 
spiritosa e leggiadra, seducente, 
levitando in un vuoto pieno di tutti i colori 
e luminoso di tutte le luci. 
“Eccomi” dice, per essere amata 
e di solo desiderio, accarezzata, 
baciata, ma non fermata. 
Sì, vorrei che la Luna mi amasse 
davvero ma forse lo fa a modo suo 
anche quando rotolando via impietosa 
si prepara ad uscire di scena. 
E ora capisco, ecco perché amo la Luna 
e so che la Luna ama me… 
perché anche se so che la Luna non può amarmi, 
lo stesso vuole che io ami lei 
e così è come se mi amasse del mio amore riflesso, 
come riflessa è la luce del sole 
che la rende così viva e felice…. 
Ed è per questo che torna sempre a me, 
per ricordami di continuare a sognare, 
poiché senza il sogno si spegne il desiderio dell’essere. 
In fondo tale è l’amore, 
il sogno di un’armonia incompiuta, sfuggente 
e come te o Luna, irraggiungibile, 
ma al tempo stesso vera e viva, sempre presente, 
pervadendo la realtà di chi sa come amarti, 
rassicurante, ispirante, ricordandomi che sognare 
è salire i gradini del cielo e senza il sognare 
non c’è null’altro che vale. 
Mi dici Luna, che i sogni sono le scintille 
che accendono il fuoco sacro dell’anima 
e la rendono ricca di sensazioni, 
sono il passaggio segreto che porta ad uno spazio 
più distante e diverso, dove nessuna strada 
o mezzo può arrivare. 
Poiché sognare è lo stesso che amare. 

ennio forina May, 2018